sabato, 2 Dicembre , 23

A Roma Convegno sulla “Lumiere” a 400 anni da Santa Luisa de Marillac

Promosso dalla Famiglia Vincenziana Italia Roma, 2 dic....

Premio Innovazione Sicilia, riflettori accesi sull’Isola

Ecco tutti i vincitori del Premio Roma, 2...

Riforme, Renzi: su premierato credo che non abbiano numeri

Meloni influencer numero uno del Paese, ma...

Ricciarelli e Panforte di Siena Igp valgono oltre 4,3 mln

AttualitàRicciarelli e Panforte di Siena Igp valgono oltre 4,3 mln

CSQA confermato per effettuare i controlli sulle filiere

Roma, 21 nov. (askanews) – L’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi (Icqrf) dei prodotti agroalimentari del ministero dell’Agricoltura, Sovranità Alimentare e Foreste (Masaf) ha rinnovato l’autorizzazione, con Decreto Ministeriale, a Csqa ad effettuare i controlli per i prodotti di panetteria e pasticceria Ricciarelli di Siena IGP e Panforte di Siena IGP per i prossimi tre anni.

I Ricciarelli di Siena IGP e il Panforte di Siena IGP possono contare oggi su una produzione certificata complessiva di 327 tonnellate capace di generare oltre 4,3 milioni di euro di valore alla produzione. La filiera del Panforte di Siena IGP tocca infatti valore di produzione di 2 milioni di euro frutto di 170 tonnellate di prodotto, mentre i Ricciarelli di Siena IGP fanno segnare un valore alla produzione di 2,3 milioni di euro a fronte di 157 tonnellate di prodotto certificato (Dati Coripanf).

Il Comitato Promotore dell’IGP “Panforte di Siena” e il Comitato Promotore dell’IGP “Ricciarelli di Siena” sono stati costituiti rispettivamente il 9 luglio 2003 e il 14 gennaio 2004.”L’obiettivo – sottolinea in una nota Massimiliano Arnecchi, presidente dei Comitati – è quello di far percepire e raccontare che cosa vuol dire essere una IGP, ovvero il legame con il territorio, la qualità, il rispetto di un disciplinare che ci indica solo certi tipi di prodotti da usare. Solo il Panforte di Siena IGP e i Ricciarelli di Siena IGP sono i veri Ricciarelli e Panforte. E solo loro possono dirsi di Siena”.

“La nostra conferma quale Ente di controllo – sottolinea Pietro Bonato, direttore generale e AD di CSQA – è il risultato del lavoro di certificazione svolto sul fronte della garanzia e della valorizzazione di questi prodotti dolciari. È importante ricordare che nel 2010 i Ricciarelli di Siena sono stati riconosciuti come il primo prodotto dolciario da forno italiano meritevole l’Indicazione Geografica Protetta (IGP)”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles