martedì, Ottobre 19, 2021

Mancini torna in campo per lo spot della Regione Marche

ANCONA – Torna in campo il commissario tecnico della nazionale Roberto Mancini come testimonial della Regione Marche per il 2022. Sono iniziate oggi le...

ULTIM'ORA

I portuali di Trieste si smarcano dalla protesta no green pass

TRIESTE – Il comitato dei portuali di Trieste si smarca dalla protesta anti green pass in corso ormai dal 15 ottobre in città, avviata...

Il cartone animato di Sanofi sensibilizza sulla dermatite atopica

Di Marialaura Iazzetti MILANO – Bullismo, discriminazioni, vergogna. Chi soffre di dermatite atopica non deve fare i conti soltanto con i segni e i sintomi...

In manovra un miliardo in più al reddito cittadinanza e riduzione della tampon tax

ROMA – Circa un miliardo in più per il reddito di cittadinanza rispetto ai 7,5 mld stanziati per il 2020. È a quanto si...

Il Centrodestra ha tre linee politiche, al momento perdenti

ROMA – Il giorno dopo la batosta elettorale i leader del Centrodestra, Matteo Salvini e Giorgia Meloni si occupano d’altro, cercando di spostare l’attenzione...

Presentato il XIX rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola

ROMA – Classi pollaio, strutture inadeguate e dati ufficiali non aggiornati. Sono solo alcune delle numerose criticità rilevate dal XIX Rapporto ‘Osservatorio civico sulla sicurezza a scuola’ presentato oggi da Cittadinanzattiva. Sono ben 460mila i bambini e ragazzi che studiano in 17mila classi con più di 25 alunni. Un problema concentrato soprattutto nelle scuole superiori, dove il 7% delle classi è in sovrannumero, con le maggiori criticità nelle regioni più popolose come la Lombardia (con 1889 classi over 25), l’Emilia Romagna (1131), la Campania (1028).

Più della metà degli istituti scolastici è privo del certificato di agibilità statica (54%) e di quello di prevenzione incendi (59%); il 39% è senza collaudo statico. 35 gli episodi di crolli che si sono verificati a scuola fra settembre 2020 ed agosto 2021, circa tre al mese. Inoltre sono 17.343, pari al 43% del totale, le scuole in zone ad elevata sismicità. Notizie incoraggianti sulla ricostruzione degli istituti scolastici colpiti dal sisma del 2016: gli interventi in corso o programmati riguardano 433 istituti, con un impegno di spesa di 1,2 miliardi di euro.

“Il Presidente della Repubblica, durante l’inaugurazione dell’anno scolastico a Pizzo Calabro, ha affermato che questo sarà un anno speciale per la scuola. Lo potrà essere, a nostro avviso, solo se le istituzioni nazionali, regionali e locali svolgeranno responsabilmente e con competenza il proprio ruolo, garantendo trasparenza nel processo, nella scelta dei progetti e negli investimenti riguardanti il sistema educativo e scolastico- dichiara Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale scuola di Cittadinanzattiva- Lo potrà essere, soprattutto, se le istituzioni avvieranno processi partecipativi con tutti gli attori della scuola per individuare le scelte via via necessarie, gli interventi più urgenti a partire dalle esigenze specifiche espresse dalle comunità scolastiche locali. Ciò fino ad oggi non è stato fatto. Solo con percorsi condivisi, certamente più faticosi ma indispensabili, sarà possibile garantire una implementazione efficace e generativa dei progetti e degli investimenti previsti e la sfida per una scuola di tutti e per tutti sarà vinta”.

“Le evidenze scientifiche- dichiara Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE, che nel corso dell’evento ha presentato un’anteprima del Report Gimbe sulla Sicurezza Covid-19 nelle scuole- dimostrano che per minimizzare il rischio di circolazione virale nelle scuole bisogna attuare tutti gli interventi di prevenzione. Ma nel mondo reale della scuola manca una strategia di screening sistematico di personale e studenti; le regole sul distanziamento sono derogabili in presenza di eventuali limiti logistici; non sono stati realizzati interventi sistematici su aerazione e ventilazione delle aule, né sulla gestione dei trasporti; la vaccinazione, possibile solo per gli studenti over 12, è in progress e le coperture presentano notevoli differenze regionali; l’obbligo di indossare la mascherina vige solo sopra i 6 anni. Di conseguenza, l’ambizioso obiettivo del Governo di garantire la scuola in presenza al 100% rischia di essere disatteso nei fatti, come dimostra il numero di classi in quarantena già pochi giorni dopo l’inizio dell’anno scolastico”.

Diverse le richieste e le proposte di Cittadinanzattiva. “Stop alle classi in sovrannumero- ha dichiarato Adriana Bizzarri- Chiediamo al Ministero dell’Istruzione di conoscere il numero aggiornato delle classi con più di 25 studenti; intervenire sui casi più gravi di sovraffollamento; lavorare per l’abrogazione del DPR 81 del 2009; stabilire da gennaio il limite di 25 alle nuove iscrizioni delle prime classi, soprattutto delle secondarie di II grado. Mettere mano all’Anagrafe Nazionale dell’Edilizia Scolastica. Chiediamo al Ministero dell’Istruzione di prevedere l’inserimento dei nidi nell’Anagrafe come condizione imprescindibile per accedere ai fondi pubblici (soprattutto del PNRR) e, più in generale, di accelerare le procedure per l’avvio del nuovo sistema informativo (SNAES), di garantire l’accessibilità e l’aggiornamento”.

Inoltre l’associazione chiede a gran voce di aggiornare il Piano emergenza, monitoraggio e controllo civici sui fondi PNRR per edilizia e prima infanzia, mai più seggi elettorali nelle scuole, proseguire le verifiche di vulnerabilità e le indagini di soffitti e solai e, infine nuove norme per scuole nuove, sicure, innovative, belle.

“Chiediamo che venga discussa la proposta di legge Cittadinanzattiva e Save the Children sulla sicurezza delle scuole depositata da tempo- scrivono sul comunicato- che affronta temi importanti come la definizione chiara delle responsabilità di Dirigenti ed Enti proprietari, il ruolo centrale della partecipazione di bambini, ragazzi e di tutti gli altri attori del mondo scuola nella progettazione e/o ricostruzione degli edifici scolastici; la tutela delle vittime dell’insicurezza della scuola, e molto altro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Presentato il XIX rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Latest Posts

I portuali di Trieste si smarcano dalla protesta no green pass

TRIESTE – Il comitato dei portuali di Trieste si smarca dalla protesta anti green pass in corso ormai dal 15 ottobre in città, avviata...

Il cartone animato di Sanofi sensibilizza sulla dermatite atopica

Di Marialaura Iazzetti MILANO – Bullismo, discriminazioni, vergogna. Chi soffre di dermatite atopica non deve fare i conti soltanto con i segni e i sintomi...

In manovra un miliardo in più al reddito cittadinanza e riduzione della tampon tax

ROMA – Circa un miliardo in più per il reddito di cittadinanza rispetto ai 7,5 mld stanziati per il 2020. È a quanto si...

Il Centrodestra ha tre linee politiche, al momento perdenti

ROMA – Il giorno dopo la batosta elettorale i leader del Centrodestra, Matteo Salvini e Giorgia Meloni si occupano d’altro, cercando di spostare l’attenzione...

Da Leggere

‘Planetary Health’ contro le pandemie e l’antimicrobico-resistenza

ROMA – Ci sono voluti migliaia di anni (dalla comparsa dell’uomo fino al 1800) affinché la popolazione mondiale raggiungesse il miliardo di individui, ma...

Calenda: “Il M5S è scomparso, a Letta dico di non dargli ancora ossigeno”

ROMA – “La lettura di queste ore del Pd ‘si vince mettendo tutto insieme da Conte a Calenda’ non mi convince affatto. Il dato...

Scontro Polonia-Ue, von der Leyen: “Valori comuni non saranno messi a rischio”. Morawiecki: “Non tolleriamo ricatti”

di Alessio Pisanò STRASBURGO – “Non tollereremo che i valori comuni vengano messi a rischio, la Commissione europea reagirà”. Lo ha dichiarato oggi la presidente...

È morto il giornalista ed ex consigliere comunale milanese Luigi Amicone

Di Nicolò Rubeis MILANO – “Un fine scrittore, un acuto giornalista, ma soprattutto un amico”. Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ricorda così Luigi Amicone,...

Per capelli sani è importante cosa mangiamo: ecco gli alimenti che fanno bene

ROMA- I capelli non sono solo un’appendice del nostro corpo. I capelli sono vivi. Respirano, crescono muoiono e rinascono. Hanno bisogno di nutrimento quotidiano....