sabato, Febbraio 4, 2023

Nissan e Iberdrola insieme per una mobilità più green

Con un pacchetto di prodotti e servizi per i clienti Nissan EV Milano, 3 feb. (askanews) - Nissan e Iberdrola siglano un accordo di partnership...

ULTIM'ORA

##Lazio: i candidati insieme in tv tra sorrisi e pochi veleni

Verso il voto guardano al rush finale Roma, 3 feb. (askanews) - Manca una settimana per convincere gli elettori ad andare alle urne, domenica 12...

Lunedì vertice Von der Leyen-Michel-Lagarde-Donohoe-Hoyer

Incontro fissato in serata. Il 9 e 10 il vertice Ue Roma, 3 feb. (askanews) - Lunedì 6 febbraio si svolgerà un vertice tra istituzioni...

‘I Carnevali della tradizione’ torna in piazza San Marco a Venezia

ROMA – Lunedì 20 febbraio, dalle ore 15 a Venezia in piazza San Marco, le maschere della tradizione, dalla Puglia alla Sicilia, passando per...

Meloni: Stato sotto attacco. Chiede abbassare toni (anche ai suoi)

Premier rinvia a domani risposta. Ma per Delmastro no dimissioni senza novità da Procura Berlino, 3 feb. (askanews) - Magari per qualche minuto ha sperato...

Possibile ritiro russi da Zaporizhzhia, Grossi: soluzione vicina

Fonti Cremlino: pronti a lasciare in cambio garanzie su transito gas

Roma, 2 dic. (askanews) – La Russia sarebbe pronta a porre fine all’occupazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia: secondo fonti vicine al Cremlino e al governo russo citate dal sito Meduza, le truppe che dall’inizio della guerra in Ucraina controllano la più grande centrale atomica d’Europa possono essere ritirate e il controllo dell’impianto trasferito o all’Aiea o a Kiev. In cambio del ritiro delle truppe dalla centrale nucleare, sempre secondo le fonti, le autorità russe chiederebbero garanzie per il transito ininterrotto di petrolio e gas attraverso il territorio ucraino.

Dell’emergenza della centrale di Zaporizhzhia, sotto costante minaccia di bombardamenti e da lunghe settimane al centro di un braccio di ferro russo-ucraino, ha parlato oggi a Roma il Direttore generale dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea). Intervenendo ai Med Dialogues organizzati dal ministero degli Esteri e dall’Ispi, Rafael Mariano Grossi ha auspicato di poter arrivare a una soluzione sulla centrale nucleare ucraina “entro la fine dell’anno”.

La situazione a Zaporizhzhia “è in evoluzione” e accade “l’impensabile”, perché l’impianto “appartiene all’Ucraina ma è occupata dalla Russia, è operata dagli ucraini e noi dobbiamo ogni giorni riferire su cosa accade”. Grossi non perde occasione per sottolineare che l’obiettivo dell’Aiea “è evitare un incidente nucleare, non provocare una situazione militarmente favorevole all’uno o all’altro”. E in una intervista a La Repuublica non ha escluso un nuovo incontro a breve con il presidente russo Vladimir Putin e con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky”.

Sempre tramite il sito Meduza, schierato contro la guerra, le fonti del Cremlino hanno sostenuto che non “è previsto” di lasciare completamente la regione di Zaporizhzhia. Questa precisazione arriva dopo che ieri sera lo Stato maggiore delle forze armate ucraine ha riferito che le truppe russe stanno ritirando singole unità dalla parte annessa della regione di Zaporizhzia e che e si stanno anche preparando per l’evacuazione dei dipendenti delle amministrazioni di occupazione locali. Il sindaco di Melitopol oggi ha detto che è “troppo presto” per parlare del ritiro dell’esercito russo dalla regione di Zaporozhzhia.

Secondo le fonti di Meduza, secondo il piano del Cremlino, le centrali nucleari potrebbero essere trasferite a Kiev o all’AIEA. In cambio del ritiro delle truppe dalla centrale nucleare, le autorità russe si aspettano di ricevere garanzie per il transito ininterrotto di petrolio e gas attraverso il territorio dell’Ucraina. Gli interlocutori di Meduza affermano che il Cremlino e il governo “sono disposti a fare un accordo”.

continua a leggere sul sito di riferimento

Latest Posts

##Lazio: i candidati insieme in tv tra sorrisi e pochi veleni

Verso il voto guardano al rush finale Roma, 3 feb. (askanews) - Manca una settimana per convincere gli elettori ad andare alle urne, domenica 12...

Lunedì vertice Von der Leyen-Michel-Lagarde-Donohoe-Hoyer

Incontro fissato in serata. Il 9 e 10 il vertice Ue Roma, 3 feb. (askanews) - Lunedì 6 febbraio si svolgerà un vertice tra istituzioni...

‘I Carnevali della tradizione’ torna in piazza San Marco a Venezia

ROMA – Lunedì 20 febbraio, dalle ore 15 a Venezia in piazza San Marco, le maschere della tradizione, dalla Puglia alla Sicilia, passando per...

Meloni: Stato sotto attacco. Chiede abbassare toni (anche ai suoi)

Premier rinvia a domani risposta. Ma per Delmastro no dimissioni senza novità da Procura Berlino, 3 feb. (askanews) - Magari per qualche minuto ha sperato...

Da Leggere

Salvini: “Direttiva Ue su energia case è una imposizione folle”

Come quella sull'auto e Nutriscore. Il vicepremier a Confedilizia Roma, 3 feb. (askanews) - Sulla casa, come sull'auto "sì agli incentivi ma no alle penalizzazioni...

Massimiliano Rosolino: importante ragazzi conoscano alimenti

L'ex nuotatore olimpionico al convegno promosso da "Grande Impero" Roma, 3 feb. (askanews) - L'ex-olimpionico del nuoto Massimilano Rosolino ha partecipato all'evento "Il nostro impegno...

“Ritus”, alla scoperta dei riti del contemporaneo

Sabato 4 febbraio si presenta in Sala Assoli il volume di fotografia curato da Pino Miraglia Sabato 4 febbraio 2023 alle ore 11.30 nella Sala...

Cai: costo concimi torna a livelli pre-guerra, -40% su 2022

Necessario programmare acquisti per evitare difficoltà logistiche Milano, 3 feb. (askanews) - Il crollo del prezzo del gas riporta il costo dei concimi tradizionali ai...

##Regionali, cinque priorità per gli industriali del Lazio

Camilli: "abbiamo tanti settori di assoluta eccellenza" Roma, 3 feb. (askanews) - Sono cinque le priorità che gli industriali del Lazio consegnano a chi vincerà...