Mostra Venezia al via, con sei italiani in gara e poca Hollywood

0
83
mostra-venezia-al-via,-con-sei-italiani-in-gara-e-poca-hollywood
Mostra Venezia al via, con sei italiani in gara e poca Hollywood

L’ottantesima edizione del festival dal 30 agosto al 9 settembre

Roma (askanews) – L’ottantesima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia si apre con l’Italia in prima fila, grazie a sei film in concorso, e un tappeto rosso su cui vedremo poche star americane a causa dello sciopero in corso a Hollywood. Mercoledì 30 la grande apertura con “la” star del nostro cinema, Pierfrancesco Favino, protagonista del film di Edoardo De Angelis “Comandante”, e la consegna del Leone d’oro a Liliana Cavani, che quest’anno fuori concorso presenta “L’ordine del tempo”.Grande attesa c’è per “Io capitano” di Matteo Garrone, che ripercorre l’odissea di due ragazzi senegalesi che sognano di arrivare in Italia, e per il nuovo film di Saverio Costanzo “Finalmente l’alba”, ambientato negli anni Cinquanta a Cinecittà, vista da una ragazza che si avvicina per la prima volta al cinema. Favino è protagonista di un altro film italiano in concorso, “Adagio” di Stefano Sollima, Pietro Castellitto è in gara per il Leone d’oro con il suo secondo film da regista, “Enea”, e Giorgio Diritti con “Lubo”.A causa dello sciopero che impedisce agli attori di Hollywood di promuovere i film, a Venezia non ci sarà Bradley Cooper, di cui verrà presentato in concorso “Maestro”, sulla vita di Leonard Bernstein, mentre ci saranno i registi Sofia Coppola per il film sulla moglie di Elvis Presley, “Priscilla”, e Michael Mann per il film sul grande Enzo, “Ferrari”, insieme ai protagonisti Adam Driver e Penelope Cruz. Oltre a Driver la star americana più attesa è Jessica Chastain, protagonista di “Memory” di Michel Franco: i due attori hanno avuto una deroga dal sindacato perché protagonisti di film indipendenti.I cinefili non vedono l’ora di scoprire in concorso il nuovo film di Yorgos Lanthimos “Povere creature”, quello di David Fincher con “The Killer”, e “El Conde”, in cui Pablo Larrain presenta Pinochet sotto forma di vampiro. La pattuglia dei francesi è guidata da Luc Besson con “Dogman”, mentre Léa Seydoux accompagnerà il film di Betrand Bonello “La b te”. Intanto i film di due grandi vecchi fuori concorso, Roman Polanski e Woody Allen, con “The Palace” e “Coup de Chance”, sono già attesi in sala dal pubblico italiano a settembre.