Jeep Avenger, la prima elettrica del brand prodotta in Europa

0
74
jeep-avenger,-la-prima-elettrica-del-brand-prodotta-in-europa
Jeep Avenger, la prima elettrica del brand prodotta in Europa

Per Italia e Spagna c’è anche il benzina. Prezzi da 24.300 euro

Milano, 30 giu. (askanews) – Debutta in Italia Jeep Avenger, il primo suv 100% elettrico del brand e il primo modello pensato per il mercato europeo, disegnato dal centro stile di Mirafiori e prodotto nello stabilimento di Tychy in Polonia.Con Avenger, Jeep prosegue la sua strategia per diventare il brimo brand suv green in Europa. A maggio la quota di mercato di Jeep in Italia è salita al 4,8% con un aumento delle immatricolazioni del 44%. Positivo anche il riscontro sul mercato delle flotte che pesa per il 43% delle vendite Jeep, con Avenger che da sola registra il 50% dei contratti.Novella Varzi Country Manager Jeep Italia File Peiroleri: “Il primo contatto con il pubblico è stato un successo, la macchina è stata annunciata al Salone di Parigi a settembre da allora abbiamo fatto più di 15mila contratti senza avere la macchina negli show room e la possibilità di fare dei test drive e la cosa importante è che il 20% di questi veicoli sono elettrici”.La Jeep Avenger elettrica dispone di una potenza di 156 cv, con un’autonomia di 400 km che diventano 550 in città. La batteria, da 54 kW supporta la ricarica fino a 100 kW in corrente continua, che permette di passare dal 20% all’80% di carica in circa 25 minuti. Grazie al peso contenuto in meno di 1.600 kg, lo scatto 0-100 avviene in 9 secondi, mentre la velocità è limitata a 150 km/h. Per il mercato italiano e spagnolo, è prevista anche una versione termica con un motore 3 cilindri 1.2 benzina da 100 CV e cambio manuale a 6 rapporti. In futuro sono in programma versioni mild e plug-in hybrid, anche con trazione integrale.Lunga poco di più 4 metri (4,08 mt), Jeep Avenger racchiude tutto il dna del brand e si rivolge a un pubblico giovane, grazie a un prezzo di attacco competitivo, e femminile per l’ampio a spazio a bordo. Lungo il percorso misto del test drive da Milano alla tenuta il Cigno in Provincia di Pavia abbiamo potuto apprezzare la dinamicità del benzina e la silenziosità e fluidità dell’elettrico che rivela anche buone doti di spunto, senza incidere troppo sui consumi (17 kWh/100 km la media a fine test). L’abitacolo è comodo e spazioso, con tutte le funzioni di guida a portata di mano e consultabili sui comodi display. Tre gli allestimenti (Longitude, Altitude e Summit) con prezzi a partire da 24.300 euro per la versione a benzina e da 32.900 euro (37.900 senza incentivi) per la versione 100% elettrica.