giovedì, Settembre 23, 2021

L’affondo di de Magistris: “Conte e M5s dalla parte di chi distrutto la Calabria”

REGGIO CALABRIA – “Conte ha fatto una cosa molto grave qualche tempo fa, parlando agli operatori economici di Milano, chiedeva una legge speciale per...

ULTIM'ORA

Le prime pagine dei quotidiani di Giovedì 23 Settembre 2021

LE PRIME PAGINE DEI QUOTIDIANI CORRIERE DELLA SERALA REPUBBLICAIL SOLE 24 ORELA STAMPAIL MESSAGGEROIL GIORNALEAVVENIREIL FATTO QUOTIDIANOIL MANIFESTOIL MATTINOIL SECOLO XIXIL GIORNOIL DUBBIOIL RIFORMISTALA DISCUSSIONECORRIERE...

Commercialisti, presentata a Napoli la lista “Cambiamo Insieme – Maurizio Corciulo Presidente”

In un incontro-dibattito è stata presentata ieri la lista “Cambiamo Insieme – Maurizio Corciulo Presidente” che si presenterà per le elezioni dell’11 e 12...

Longobardi (Fdi): “Necessaria una sinergia con le forze produttive” 

“La differenza tra la sinistra e la destra, passa attraverso una radicale contrapposizione di modelli culturali: loro inseguono il mito di una città antagonista,...

Gogliettino (Ancal): emergenza turismo, centralità delle politiche attive del lavoro

  Ministro Garavaglia: rimuovere le barriere che evitano l’incontro fra domanda ed offerta  “Il settore turistico, quale asset strategico per favorire lo sviluppo e la competitività...

A San Paolo del Brasile contestano gli schiavisti, statua in fiamme

di Bianca Oliveira

SAN PAOLO – Manifestanti nel fine settimana hanno dato fuoco a una statua dedicata a Borba Gato, a San Paolo del Brasile. L’episodio ha riacceso il dibattito sulle celebrazioni rese ai personaggi storici legati alla tratta degli schiavi.Borba Gato fu uno dei “bandeirantes” che esplorarono l’interno del Brasile e del Sud America alla ricerca di ricchezze minerarie e degli indigeni, per trovare schiavi e distruggere i “quilombos” (rifugi degli schiavi africani). Ci sono altri tributi a queste figure a San Paolo, come il Monumento alle bandiere, di fronte al Parco Ibirapuera, e l’autostrada Bandeirantes.Davanti al monumento in fiamme, il gruppo responsabile dell’azione ha affisso uno striscione con su scritto “Rivoluzione periferica – La favela sta arrivando e non sarà carnevale”.L’azione sfida il razzismo denunciando il ruolo svolto da diversi personaggi storici nella schiavitù.Il dibattito ha raggiunto anche i parlamentari. Nell’Assemblea legislativa di San Paolo, almeno due progetti di legge in corso propongono la rimozione dei monumenti che rendono omaggio agli schiavisti negli spazi pubblici. Alla Camera dei deputati, un disegno di legge vorrebbe vietare “l’uso di espressioni, personalità, immagini o qualsiasi altro elemento legato alla schiavitù” su beni pubblici come strade, monumenti o edifici.Nel 2020, questo tipo di dibattito ha avuto luogo negli Stati Uniti e in altri Paesi europei in risposta all’omicidio di George Floyd. Negli Usa, i manifestanti hanno abbattuto le statue di Cristoforo Colombo, mentre nella città britannica di Bristol è toccato alla statua del commerciante di schiavi Edward Colston.In Belgio sono stati presi di mira i monumenti dedicati a re Leopoldo II, che durante il suo regno contribuì alla morte di milioni di persone in Africa.Stamani, il sindaco di San Paolo ha condannato in una nota il rogo della statua di Borba Gato: “Non è con un atto di vandalismo che si potrà discutere di certe questioni”. Secondo il sindaco, “anche se si tratta di un debito del passato è necessario restare calmi, avere rispetto della democrazia e tolleranza”.

Protests question Brazilian historical monuments

Protesters set fire to bandeirante statue in São Paulo

By Bianca Oliveira

SAN PAOLO – An attack on a historic monument rekindled the discussion about the homage of historical figures linked to slavery. Last Saturday (24), a group of protesters set fire to the statue of Borba Gato, in São Paulo.

Borba Gato was one of the bandeirantes who explored the interior of Brazil, and South America, in search of mineral riches, indigenous for enslavement or extermination of quilombos (refuges of enslaved Africans). There are other tributes to them in São Paulo, such as the Monument to the Flags, in front of Ibirapuera Park, and the Bandeirantes Highway.

In front of the burning monument, the group responsible for the action put up a banner with the phrase “Peripheral revolution – the favela is going down and it won’t be carnival”. The action challenges racism by recognizing the role that historical figures played in slavery.

The discussion has also been taken to the legislature. In the Legislative Assembly of São Paulo, at least two bills in progress propose the removal of monuments that pay homage to slavers in public spaces. In the Chamber of Deputies, a bill prohibits, if approved, the “use of expression, figure, drawing or any other sign related to slavery” on public property such as highways, monuments or buildings.

In 2020, this type of demonstration took place in the United States and other European countries in response to the George Floyd case. Statues of Christopher Columbus were torn down in the United States, demonstrators toppled a statue of British slave trader Edward Colston in the English city of Bristol, and in Belgium, monuments to Leopold II, the 19th-century king whose regime contributed to the deaths of millions of people in Africa, were also damaged or removed.

This Monday morning, the mayor of São Paulo lamented the fire. “It is not by doing an act of vandalism that you will be able to discuss issues, even if it is a debt from the past. It is necessary to have a lot of tranquility, respect democracy, tolerance,” Nunes said in a statement.

Protestos questionam monumentos históricos brasileiros

Manifestantes colocaram fogo em estátua de Bandeirante em São Paulo

Por Bianca Oliveira

Um ataque a um monumento histórico reacendeu a discussão sobre a homenagem de figuras históricas ligados à escravidão. No último sábado (24), um grupo de manifestantes atearam fogo na estátua do Borba Gato,  na zona sul de São Paulo.

Borba Gato foi um dos bandeirantes que desbravaram o interior do Brasil, e da América do Sul, em busca de riquezas minerais, indígenas para escravização ou extermínio de quilombos (refúgios de africanos escravizados). Há outras homenagens a eles em São Paulo, como o Monumento às Bandeiras, em frente ao Parque do Ibirapuera, e a Rodovia dos Bandeirantes.

Em frente ao monumento em chamas, o grupo responsável pela ação estendeu uma faixa com a frase “Revolução periférica – a favela vai descer e não vai ser carnaval”. A ação contesta o racismo por meio do reconhecimento do papel que figuras históricas tiveram na prática escravagista.

A discussão também já foi levada ao poder legislativo. Na Assembleia Legislativa de São Paulo, pelo menos dois projetos de lei em tramitação propõem a retirada de monumentos que homenageiam escravocratas em espaços públicos.Na Câmara dos Deputados, um projeto de Lei proibe, se aprovado, a “utilização de expressão, figura, desenho ou qualquer outro sinal relacionado à escravidão” em bens públicos, como rodovias, monumentos ou prédios.

Em 2020, esse tipo de manifestação aconteceu nos Estados Unidos e outros países da Europa em resposta ao caso George Floyd. Estátuas de Cristóvão Colombo foram derrubadas nos Estados Unidos, manifestantes derrubaram uma estátua do traficante de escravos britânico Edward Colston na cidade inglesa de Bristol e, na Bélgica, monumentos a Leopoldo II, o rei do século 19 cujo regime contribuiu para a morte de milhões de pessoas na África, também foram danificados ou removidos.

Na manhã desta segunda-feira, o prefeito de São Paulo lamentou o incêndio. “Não é fazendo ato de vandalismo que você vai poder discutir questões, mesmo que seja alguma dívida do passado. É preciso ter bastante tranquilidade, respeitar a continua a leggere sul sito di riferimento

Latest Posts

Le prime pagine dei quotidiani di Giovedì 23 Settembre 2021

LE PRIME PAGINE DEI QUOTIDIANI CORRIERE DELLA SERALA REPUBBLICAIL SOLE 24 ORELA STAMPAIL MESSAGGEROIL GIORNALEAVVENIREIL FATTO QUOTIDIANOIL MANIFESTOIL MATTINOIL SECOLO XIXIL GIORNOIL DUBBIOIL RIFORMISTALA DISCUSSIONECORRIERE...

Commercialisti, presentata a Napoli la lista “Cambiamo Insieme – Maurizio Corciulo Presidente”

In un incontro-dibattito è stata presentata ieri la lista “Cambiamo Insieme – Maurizio Corciulo Presidente” che si presenterà per le elezioni dell’11 e 12...

Longobardi (Fdi): “Necessaria una sinergia con le forze produttive” 

“La differenza tra la sinistra e la destra, passa attraverso una radicale contrapposizione di modelli culturali: loro inseguono il mito di una città antagonista,...

Gogliettino (Ancal): emergenza turismo, centralità delle politiche attive del lavoro

  Ministro Garavaglia: rimuovere le barriere che evitano l’incontro fra domanda ed offerta  “Il settore turistico, quale asset strategico per favorire lo sviluppo e la competitività...

Da Leggere

Dall’ipercinesia alla maniacalità, i bambini sono sempre più irrequieti

ROMA – “Abbiamo l’impressione che nella prima e nella seconda infanzia stia aumentando l’irrequietezza, questo anche per la maggior difficoltà del mondo degli adulti...

I giovani per Roma, Colalongo: “Ecco la mia idea di città”

ROMA – Quali sono le proposte, le idee e le soluzioni dei giovani che si candidano in politica? C’è una nuova generazione che vuole...

Toti: “No vax terrapiattisti contro il 5G? Problemi loro”

GENOVA – “Se c’è qualcuno che è convinto che dalle torri del 5G le multinazionali irradino il covid per poi sterilizzarlo col vaccino e...

Netflix ha acquisito la Roald Dahl Company: presto una serie sugli Umpa Lumpa

ROMA – Netflix ha acquisito la Roald Dahl Story Company (RDSC). Questa unione si fonda sulla collaborazione iniziata tre anni fa con la costruzione...

‘Dangerous Old People’, su Sky Saviano racconta i criminali dopo faide e carcere

ROMA – Cosa fanno i criminali dopo aver consumato la vita tra faide e decenni di carcere? Arriva la docu-serie Sky Original ‘Dangerous...